domenica 16 giugno 2013

parte 324. 16 Giugno 2013

Il manoscritto di sopravvivenza - parte 324. 16 Giugno 2013

La paura, il dolore, la lotta e la fatica. Per molti, questa è una descrizione molto accurata, di questi ultimi giorni, e tutti voi, siete stati in contatto con almeno un componente, di questo inebriante mix di sintomi contrastanti ultimamente. In realtà, sono in effetti i sintomi di una profonda trasformazione in atto, all'interno di tutti voi, e come tutti i sintomi fanno, potrebbero in  un certo modo mascherare efficacemente il motivo del loro aspetto. Tutti questi effetti sgradevoli possono essere facilmente classificati come negativi, e per alcuni, anche intendersi come dannosi. Ma non lo sono. Quello che sono realmente, sono chiare manifestazioni che ci si sta muovendo in alto e lontano, dal miasma del dramma e dell'illusione, in cui state nuotando  per eoni.


Voi state in quello che può essere chiamato per molti ora lo stato di caos, mentre si è decisamente nella soglia di riscoprire in voi il vero potenziale  , il vero te, quello che emergerà e che splende da tutto il fango che a volte sembra attaccarvi senza sosta, non importa quanto duramente si tenta di raschiarlo via. E così ancora una volta diciamo, ricordatevi di lasciarvi elevare da questo fango, perché anche se tutto il vostro essere sembra essere quasi risucchiato, sotto la spinta di questa sostanza appiccicosa, il vostro spirito è ancora lassù, nel cielo senza nuvole. Così ancora una volta chiediamo a tutti voi, di connettersi con quel volo libero, nel tutti Uno che vi portate dentro. E allora, solo allora, si sarà in grado di vedere che non si sta cadendo sotto l'incantesimo del vecchio di nuovo. E 'solo l'ultima dimostrazione di forza da esso, ma inutile. Cioè, fino a quando si è in grado di strappare la vostra attenzione lontano da tutto il dramma, e lasciarsi coinvolgere pienamente con il vero te, quello che si è ottenuto, è almeno già un fugace sguardo.

Ripeteremo ancora e ancora, questo messaggio, per ricordare che è molto più facile cadere in tentazione, e rientrare nella mischia dei vostri drammi interiori, che si svolgono nella chiarezza, per rilasciare loro una volta per tutte, e  riconoscere il fatto che questi sono solo superficiali miraggi, sovrapposti al vero te. Il vero te non è un attore, il vero io è, ora e per sempre. Così ancora una volta diciamo, questi alti e bassi, le paure e le lotte sono un segno, che vi viene presentato con tutti questi pezzi vecchi, e stanchi di voi, con la ragione esplicita per lasciare finalmente dire addio a loro. Voi non li potete sopprimere, in quanto aumenterebbero solo il dramma, come vi abbiamo detto prima. Dovete semplicemente " andare al piano di sopra ", e vedere come tutto ciò passa, come banchi di fumo che passano di fronte a voi altrove, unendosi agli altri ricordi che vanno alla deriva, nel dimenticatoio in quanto rientrano nella Creazione, e tornano di nuovo al loro stato originario di pura energia .

Questo è anche ciò in cui state tornando , il vostro stato originario di consapevolezza pura, ma questa volta, arriverete nel veicolo fisico che si chiama  corpo. Questo non accade per essere un processo libero da attrito, tutt'altro. Ma ricordate, si può fare molto, molto di più, se si riesce a districare se stesso dalla voglia di scontrarsi a queste scene teatrali, che si aprono per la revisione. Questo è ciò che è veramente vuole essere, una re- visione, mentre li vedete, non rivisitandoli, nel loro essere. Vi è una netta distinzione tra i due, e invitiamo ancora una volta ad essere molto consapevoli di ciò che essi consistono, catagolandoli in modo automatico da voi stessi.

Così ancora una volta diciamo, aiutate voi stessi, collegandovi internamente , in quel fiume di intelligenza che è lì per te, 24 su 7, non importa quanto lontano giù nella fango vi sentite attualmente. Perché voi non siete gente di fango, ma  spiriti liberi, e quindi questa immersione non neccesita di durare più a lungo, di quello che voi stessi scegliete. Il fiume è lì, e non importa quanto imbrattati e sporchi vi sentite, il fiume lo laverà via per voi. E non preoccupatevi, il vostro vecchio fango non rovinerà quel fiume in alcun modo. Il fiume porterà questo limo in un luogo dove servirà come terreno fertile, in cui far crescere la nuova vita che così profondamente bramate.



Canalizzato da Aisha North

Traduzione: Mario

Nessun commento:

Posta un commento

E.T. contact meditation

Sirius