giovedì 20 giugno 2013

Parte 325 - 18:06: 2013

Il manoscritto di sopravvivenza - parte 325, 18 giugno 2013

La liberazione è a portata di mano, cari, mentre uno ad uno, farete un passo nella verità divina, che è in VOI. Sappiamo che questa sarà una magra consolazione, per tutti coloro che lottano nelle profondità della disperazione, apparentemente incapaci di liberarsi da un vero e proprio pantano, del vecchio dramma e le scorie. Ma, come molti hanno già testimoniato, improvvisamente sarà come quando i  raggi del sole penetrano attraverso le più oscure, e più dense delle nubi, e proprio così, le tempeste si dissipano, e vedrete un mondo nuovo, in piedi davanti a voi. E la ragione di questo, è che si vedrà un nuovo sè, in piedi dentro di voi, uno che ha versato ogni ultimo residuo della pelle vecchia, e contaminata, che ha limitato ogni vostra mossa. E si ride di gioia per la facilità del tutto, quando l' ultimo pezzo del puzzle, si mette in posizione, trasformerà l' intera immagine, in qualcosa che è così lontana dalla vostra vecchia immagine di voi stessi, e vi ritroverete a sorridere con sollievo.

Vedrete poi ogni battaglia, e tutte le lotte per quello che realmente erano, ad un passo sul sentiero verso l'illuminazione. Non come una punizione in alcun modo, questo è come ci si sente, quando si è ancora bloccati all'interno di questa vecchia pelle di consapevolezza, di terza densità. E ricordate, la ragione per cui con questa pelle si sente ancora più prurito e disagio, e anche decisamente doloroso al momento, è che il TU che vi portate dentro ha iniziato a crescere ad un ritmo rapido. E così, i vecchi confini si sentiranno sempre più, come una prigione di sicurezza, dove si è bloccati in uno spazio che diventa sempre più claustrofobico, di giorno in giorno .

Così ancora una volta, diciamo, respirate, e anche se il vostro spazio da questo momento, potrebbe sentirsi limitato, in modo che è come se fosse difficile tirare il fiato, ancora esortiamo a cercare di andare al di là di questa sensazione di asfissia, e provare a connettervi con quello spazio purificato all'interno. Perché se lo fate, se non ci si collega all'interno, tutti troverete almeno una piccola tasca di espansione, dove poter riprendere fiato. E ancora si può dire, che è anche l'unico modo, per rompere questo strato esterno denso. Non usando se stessi come un parafulmine, colpendo voi stessi più e più volte contro questo muro di mattoni di drammi e turbolenze. No,  solo andando all'interno, e collegandosi con questo spazio libero, che si ha dentro, che causa che la corazza esterna di spessore letteralmente si sbricioli in polvere. Questo non sarà facile, il vostro stesso istinto vi dirà di liberarsi distruggendo il muro. Ma cercare di evitare questo istinto di combatterlo, ma sedetevi ed abbandonatevi a voi stessi, al vero sé, che è a suo agio già dentro di voi.

Sappiamo che i nostri messaggi sembrano essere ripetitivi in questo momento, ma vediamo dove tanti di voi, sono in questa fase. Voi siete letteralmente sul punto di dirompere facendo proprio quello che vi abbiamo detto di fare. Quindi fermate la lotta, che servirà solo a lasciarvi ancora più sanguinosi e devastati, e cedete alla saggezza del proprio Sé, che vi portate dentro. E poi, sarete ancora una volta in grado di rendere testimonianza a questa verità , e quando lo si fa, il sole uscirà, e anche voi inizierete a brillare via, e allontanare le nuvole tempestose, che sembrano aver stazionato in voi stessi in modo permanente, intorno al vostro stesso essere .

Channeler:
Aisha North


Traduzione: Mario

Nessun commento:

Posta un commento

E.T. contact meditation

Sirius