venerdì 22 novembre 2013

Storia della Creazione – Parte 1, 1 Ottobre 2013



Storia della Creazione – Parte 1, 1 Ottobre 2013


Cari amici!

A partire dalla scorsa settimana, ho iniziato a ricevere qualcosa che i Maestri chiamano “doppio aiuto”, ovvero messaggi aggiuntivi rispetto al Manoscritto. … I Maestri gli hanno dato un titolo, lo hanno chiamato “Storia della Creazione”. Non so quanti capitoli ci saranno, né quando il Manoscritto riprenderà.
Tutto quello che so è che mi verranno dati questi “doppi aiuti” per un po’. Pertanto senza ulteriori indugi, come i Maestri amano dire, ecco la Prima Parte:

Lasciateci dunque iniziare questo raccontofocalizzandoci su un argomento che sappiamo avete a cuore, chiamato l’originedell’atomo o, meglio, l’origine della materia. La materia non è altro cheenergia, e questo è un concetto che è stato frainteso in tanti modi attraversola storia dell’umanità. Queste piccole particelle di energia in movimento nonhanno trovato la loro strada verso la consapevolezza umana per molto tempo inquanto non visibili, non percepibili e, pertanto, ci avete messo molto tempoprima che ve le percepiste attorno a voi. Ma ora, essendo voi diventati espertidelle proprietà di questi mattoncini energetici di vita, possiamo portarviancora oltre. Avete cercato e ricercato quell’inafferrabile particella che voichiamate Bosone di Higgs e, anche se vi sembra di aver trovato alcune suetracce, ci sono ancora molte cose che non vi sono chiare. Questo è comprensibile,poiché gran parte di quella che è la vera forza portante dietro ogni cosa èinvisibile, non soltanto all’occhio umano, ma anche a tutta la tecnologia cheavete sviluppato fino ad ora. Ma che ne direste se vi dicessimo che sarete ingrado di vederla a occhio nudo? e la spiegazione a tutto questo risiedesemplicemente nelle facoltà che sono state impiantate nel vostro cervellodurante gli ultimi intensi potenziamenti.

Come vi abbiamo spesso detto, l’umanità vive inuna scatola molto stretta, dove le cosiddette leggi della natura sembranocostanti e immutabili. Bene, lasciateci semplicemente dire benvenuti nelnuovissimo mondo, dove niente più può essere qualificato come immutabile. Lamateria è energia e l’energia è sempre malleabile, e quando iniziate adaccedere ai livelli dove tutti noi risiediamo, vedrete quanto esattamente ognicosa sia malleabile. Niente è costante e niente dura per sempre, o meglio,tutto E’, costantemente, ma in uno stato modificabile che schizza di qua e dilà a una velocità ancora superiore a quella della luce. Consentiteci giusto diaggiungere che la velocità della luce non è come l’avete cronometrata. Omeglio, compatibilmente con le vostre capacità di misura, è proprio quella, maè così perché non potete vedere come le particelle di luce si muovonoveramente. A momenti sembrano immobili ma poi, improvvisamente, fanno quelloche può essere definito soltanto come salto quantico. Siete quindi in mezzo tragli stati di ORA e PER SEMPRE e, tra di essi, tutto va avanti e indietro, comepiccoli pacchetti energetici di informazione, in continuo colloquio tra diloro, cambiando, trasformandosi ed evolvendo costantemente.

E’ come un lampo sullo schermo che va subito via,per riapparire nuovamente in un nuovo punto di coordinate nello spazio. Forsequesto inizierà a darvi una piccola idea di come riusciamo a essere vicini avoi senza essere veramente qui? E spiegarvi perché possiamo vedervichiaramente, senza che voi vediate noi. Come vi abbiamo detto in più di un’occasione,tutto lo spazio è così affollato che se si vedesse ogni cosa in uno stessoistante, non trovereste modo di muovervi. Oppure vi sentireste come se ognisingola molecola nello spazio fosse riempita di qualcosa, e di conseguenza, ciòche vi contiene, accoglie anche così tante altre cose e sarebbe difficiletrovare un modo per navigare attraverso questo fluido di energia. Quindi questaè la situazione, ogni cosa che vedete è soltanto un sottile strato di TUTTO ciòche è. Tutto ciò che è, occupa tutto lo stesso spazio, ma avete tutti lapercezione dello stesso unico strato in un innumerevole quantità di strati cheoccupano in realtà lo stesso spazio. Così, ciò a cui vi riferite come spazioinfinito, come una distanza enorme se misurata in metri o addirittura in anniluce, è di fatto molto, molto più piccolo, se lo misurate con le vostre unitàdi misura di lunghezza e larghezza. Ma se lo misurate secondo il nostro modo,si tratta di fatto di una sfera immensamente compatta di “realtà”, tuttaimpacchettata insieme dentro uno spazio molto molto piccolo. Ma sparso dentroquesta sfera c’è un numero infinito di strati.

Sappiamo che questo farà fatica a essere compresodalle vostre menti, pensate che quando guardate fuori nel cielo della notte,vedete tutto come se fosse lontano, molto lontano. Ma, e se vi stessimo dicendoche tutto ciò di cui avete bisogno per collegarvi con tutto questo èletteralmente allungare una mano e toccarlo? Perché non è lontano, è QUI, ma èsovrapposto su uno strato che apparirà a una distanza infinita da voi. Perchésiete spazio anche voi, ma siete già nello spazio, e lo spazio è una quantitàmisurabile. Lo spazio è ENERGIA, non distanza, e perciò può essere fatto per farAPPARIRE distante da voi, ma non è affatto così. Perché lo spazio equivale aenergia che, a sua volta, equivale a un campo morfogenetico. In altre parole,lo spazio non è che una quantità di energia definita, che occupa il più piccolospazio disponibile. L’energia non necessita dello spazio per ESSERE, l’energiasemplicemente E’, non importa quanto lunga o piccola appare agli cervello oagli occhi umani. Quindi, la prossima volta che i vostri scienziati vi parlerannodell’immensità dello spazio, pensate piuttosto allo spazio e alle sue infinitepossibilità, e siate consapevoli della vostra capacità di accedere ad ognisingola porzione di esso comodamente da casa vostra (sorriso) ;-)

Tutto è in realtà energia, ma l’illusione cheessa crea, è che ci sia qualcosa come la materia. Se avete la materia aveteanche bisogno di spazio per contenerla. Ma l’energia non ha assolutamentebisogno di spazio, semplicemente, E’. Da qui l’origine del Big Bang. E’iniziato da una punta di spillo, un mero puntino, tutto in una dimensione, omeglio, una non dimensione, e quindi ha iniziato a rivelarsi a partire da lì.Ma è soltanto un’illusione, una parvenza di qualcosa tangibile con spessore,profondità, peso e via così, e successivamente ogni singolo oggetto è statoaggiungo nel contesto con tutti quegli altri oggetti immaginari, creando ilCreato appunto. Dopo tutto, lo dice la parola stessa, non vi sembra? Tutto èCREATO, è tutto creato dall’energia, ma è un’illusione, qualcosa che può esseremodificato e trasformato e spostato a piacimento.

E chi crea tutto questo, chi è Dio? Dio ècreazione, è la volontà di questa energia totale, l’unico scopo, o meglio,l’intenzione dell’ANIMA. Esiste per ESSERE, è un’energia per ESSERE, per ESSEREin ogni modo immaginabile, e molto di più. E si crea sempre, in quanto è quelche E’. Si crea in tutte le dimensioni e in ogni stato, è malleabile e vivente,è voi, e voi siete quella cosa e, insieme, siete ed è tutto.

Tutto proviene da un’unica sorgente, l’essenzadivina, l’entità vivente, il TUTTO, il respiro, il suono, il tatto, la paura,la rabbia, la gioia, l’amore, l’odio, è proprio tutto e ancora di più. E’ quisemplicemente per essere e vuole ESSERE ogni cosa. E quindi, vive e crea,poiché è tutto una creazione.

E chi siete voi? Anche voi siete quella cosa lì,una creazione, in una forma definita, e ora, quella forma viene modificata eplasmata in un nuovo voi. Sì, sappiamo che questo termine è riduttivo, ma èTUTTO un gioco, sia che “abitiate” sul pianeta Terra o in qualsiasi altroposto, perché siamo tutti giocatori dello stesso gioco, siamo tutti uguali, esiamo qui per ESSERE solo quella piccola circoscritta parte di un tutto. E’come assaporare diversi sapori, o osservare diversi colori, come provarediversi vestiti o sessi diversi, o misure o qualsiasi altra cosa possiate avere.Si tratta semplicemente di creare tante varietà quante siano possibili, tuttecollegate all’interno di quella infinitesimamente piccola bolla chiamataCreato.

Non è immensa ma è infinita. Non occupa piùspazio di una singola particella di un singolo atomo, eppure, ricopre ognicosa, perché coinvolge ogni cosa che possiate immaginare, e anche di più. Ma ètutta un’illusione, di fatto una sorta di ologramma, ma un ologramma vivo, cherespira, messo insieme per sua stessa gioia. E siete parte di questa cosa,perché siete voi quanto chiunque altro. Io sono voi, e voi siete me, e noisiamo voi, e voi siete noi, e assieme siamo QUELLO, l’essenza, quel organismoche vive, che respira che è semplicemente UNO. Un unico punto di luce, che crease stesso una e un’altra volta nel TUTTO.

In caso temiate di star andando fuori di testa,vi diciamo che non è così, siete collegati di nuovo con l’UNO, e quindi sapretesenza ombra di dubbi chi voi siete veramente. Siete TUTTO, anche se siete unasingola persona. Siete qui, e SIETE, ma contemporaneamente, non siete.  E’ tutto un gioco, si tratta di mettere inmoto cose ed esseri che CREANO se stessi, facendoli uscire e impostandoli perinteragire in modo da centuplicarne le possibilità. E’ un campo quantico dipossibilità, e il Creato si impegna di provarle tutte, e quindi, tutto è ancheun’enorme parte dello stesso gioco.

Siete nel mezzo di un cambiamento delle regole diquesto gioco, state passando attraverso una grande gamma di esperienze, poichévi state trasformando da un tipo di giocatore in un altro, il tutto avviene perònel vecchio campo da gioco. E non tutti i giocatori subiranno gli stessicambiamenti, poiché il numero di variabili aumenterà ancora di più. Puòsembrare impietoso, ma come voi già sapete, è a dir poco magico.

Ma quale sarà il risultato di tutto questo? Be,lasciateci dire lo saprà il cielo. O meglio, il vantaggio sarà che questopianeta farà un cambiamento improvviso diventando una sfera di vibrazione comenon lo è mai stato. In altre parole, il sapore o il gusto sta già cambiando, esta cambiando in qualcosa che è più appetibile per la maggioranza delle personeradunate qui. E anche se questa fosse un’illusione, lo è ma con la caratteristadi avere ogni giocatore consapevole di essa, e anche se nessuno ha la visioned’insieme, rappresentano tutti un’intrinseca parte di essa.

Pensiamo che state per trovare tutto questopresto, vedrete delle anteprime dietro le quinte in modi diversi da prima,perché ora voi SAPETE, e inizierete a vedere attraverso questo così sottilestrato di “realtà”, e inizierete a vedere gli altri strati dietro. Ma,ripetiamo, non sono più “reali” di questo, ma sono tutti comunque una parte diquesto piano. E ora, il piano è quello di far convergere questi piani separatiper creare qualcosa di nuovo.

Si tratta di CREARE, si tratta della volontàdell’energia di ESSERE TUTTO, e questo è ciò che sta accadendo. Siete voi, è unalbero, è l’acqua, il ghiaccio, il fuoco e tutto ciò che c’è in mezzo. E’ unprofumo, è un suono, ed è entrambi contemporaneamente. Riposate le vostre mentiadesso, e lasciatevi essere liberi quanto vi è possibile, e godetevi lacavalcata!


Canalizzato da Aisha North

Nessun commento:

Posta un commento

E.T. contact meditation

Sirius